ANCONA – Vendeva inconsapevolmente confezioni di miele di acacia, quando in realtà si trattava di miele millefiori: denunciati tre i produttori, “salvo” il venditore. A scoprire il raggiro sono stati i carabinieri forestali di Jesi e San Marcello che hanno deferito tre persone alla Procura della Repubblica di Forlì. Il controllo è stato eseguito nell’ambito di una campagna avviata dal Comando regionale per contrastare le violazioni nel settore apistico. Il miele era prodotto da un’azienda agricola di Forlì e venduto in un negozio specializzato della provincia di Ancona.

L’esito dei campionamenti, grazie al laboratorio accreditato Iccrea di Bologna, ha portato i militari a stroncare il raggiro, in quanto il miele millefiori ha costo nettamente inferiore rispetto a quello d’acacia. Il commerciante non è stato invece denunciato in quanto è stato ritenuto ignaro del contenuto dei barattoli. I tre responsabili sì per il reato di frode nell’esercizio del commercio. Il miele, tuttavia, non conteneva sostanze nocive per l’uomo.