ANCONA – Sono 230 i positivi registrati nelle Marche nelle ultime 24 ore, superata quota 100 mila casa da inizio pandemia. L’occupazione di posti letto in costante discesa sia nelle aree non critiche che nelle semi intensive. Nelle rianimazioni, anche qui ricoveri in calo, ci sono 51 pazienti. Anche oggi quattro vittime, tra cui un 57enne di Osimo.

Le vittime

Anche nella giornata di oggi sono quattro le vittime nelle Marche: tre donne rispettivamente di 78 (Jesi), 83 (Treia) e 87 anni (Filottrano), e un uomo di 57 anni di Osimo. Il totale dall’inizio dell’emergenza sale a 2981.

I ricoveri

Un’altra giornata da segno meno per quanta riguarda i ricoveri (-17) con un totale di 352 pazienti negli ospedali delle Marche. Calo più incidente nei reparti di semi intensiva (-6, 94), poi nelle aree non critiche (-6, 207), infine ci sono altri due pazienti in meno nelle terapie intensive (51). Dimezzati in una giornata gli accessi ai Pronto Soccorso (-4): sono quattro le persone in attesa. Mentre sono 127 gli ospiti delle strutture territoriali. In una giornata sono 25 le dimissioni, con il totale (dimessi/guariti) che sale a 92.040 (+306)

Il contagio

Nell’ultima giornata nelle Marche 230 positivi rilevati su 2.026 tamponi molecolari nel percorso nuove diagnosi (11,35%). Nel Percorso Screening Antigenico su 576 test, riscontrati 33 casi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 6%.

Dei nuovi casi 84 in provincia di Pesaro Urbino,52 in provincia di Macerata, 35 nell’Anconetano, 35 in provincia di Ascoli Piceno e 12 nel Fermano; 12 contagiati da fuori regione. Emerge dai dati resi noti dal Servizio Sanità della Regione: nelle ultime 24 “testati 5.100 tamponi: 2.602 nuove diagnosi (576 nel percorso Antigenico) e 2.498 nel percorso guariti (positivi/testati pari all’8,8%). Tra i positivi delle nuove diagnosi ci sono 41 soggetti con sintomi. I casi comprendono i contatti in setting domestico (52), contatti stretti di casi positivi (88), in setting lavorativo (4), con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (12), screening percorso sanitario (1). Per altri 32 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.