ANCONA – Dopo il boom di ieri, l’andamento del contagio torna nei ranghi: sono emersi 487 casi positivi sui 2110 test molecolari effettuati (rapporto positivi/testati del 23%) ai quali si aggiungono i 74 positivi dagli 879 antigenici rapidi che poi andranno di nuovo testati con il molecolare (incidenza in questo caso dei positivi dell’8%). Coloro che hanno sviluppato sintomi sono 62. 

Sul territorio 178 positivi sono stati scoperti in provincia di Ancona, 117 in quella di Pesaro Urbino, 89 in provincia di Macerata, 49 in provincia di Ascoli Piceno, 22 in provincia di Fermo e 32 da fuori regione. 

Scrive il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli: “Oggi il numero dei casi di contagio nella nostra regione torna ad essere nella tendenza dei giorni precedenti, con 487 positivi di cui 62 sintomatici. Vi segnalo inoltre che nel calcolo del dato di ieri si era verificata una anomalia, riscontrata nel pomeriggio. Ma questo non deve farci assolutamente rilassare, perché nonostante ciò resta comunque un dato molto alto, con 650 positivi di cui 81 sintomatici, che speriamo resti un caso isolato. Il dato dei positivi riscontrati oggi, tornato in linea con quelli degli ultimi giorni, ci dice che sta continuando la decrescita del contagio e che le misure messe in atto stanno producendo i loro effetti. Raccomando sempre di tenere alta l’attenzione, perché le nostre strutture ospedaliere sono ancora sotto pressione”.