Asta per la Samb: la spunta l’immobiliarista Renzi per 540 mila euro.

Con un rilancio a 540mila euro la A.S. Sambenedettese, per l’occasione fondata dell’immobiliarista Roberto Renzi, romano d’adozione, si è aggiudicata l’asta (base 400mila euro) riguardante il complesso aziendale della Sambenedettese calcio.

La società calcistica di San Benedetto del Tronto era stata dichiarata fallita a seguito di istanze presentate da alcuni fornitori di beni e servizi, mai pagati dalla società di San Benedetto del Tronto. Gli stessi tesserati non hanno percepito più stipendi da ottobre 2020.

Ora è corsa contro il tempo per procedere a tutti i passi necessari per l’affiliazione della nuova società e per l’iscrizione al prossimo campionato di serie C. Accolto all’esterno dello studio notarile dalla tifoseria rossoblù, Renzi, che ha origini abruzzesi, ha manifestato tutta la propria soddisfazione per l’aggiudicazione della Sambenedettese: “volevo la squadra e la squadra l’ho presa, tanto che il mio primo rilancio è stato a 500mila euro”. Battuta la concorrenza dell’unico antagonista, il coreano Kim Dae Jung.