“Senza Direzione Artistica e senza certezze”. I Sindacati lanciano l’allarme per la Filarmonica Marchigiana.

“Le organizzazioni sindacali SLC CGIL FISTEL CISL delle Marche -si legge in una – maggiormente rappresentative in FORM (Filarmonica Marchigiana), in relazione alla complessa situazione attuale, esprimono forte preoccupazione su ciò che sta avvenendo all’interno del CdA e della Regione Marche.
Questa situazione, frutto di continue fibrillazioni politiche, rischia di minare le prospettive future della FORM, Orchestra che, anziché essere valorizzata da chi dovrebbe sostenerla, viene depotenziata nel ruolo e nelle attività. Le scriventi da tempo stanno sollecitando il Consiglio di Amministrazione e la Regione ad affrontare tutti i nodi irrisolti, compresa la grave assenza da mesi della direzione artistica. Le potenzialità per un percorso di stabilità, rilancio e rinnovamento ci sono tutte, ma dobbiamo ripartire dal programma di lavoro di questi ultimi due anni.
SLC FISTEL non intendono interferire con le scelte artistiche, prerogative di altri soggetti competenti, ma esigono, in qualità di rappresentanti sindacali, che si faccia chiarezza e si proceda celermente con le nomine necessarie per riportare la situazione sotto controllo. Dopo il CdA del 20 u.s. di cui non abbiamo ufficialmente contezza, abbiamo chiesto al Consiglio e alla Regione Marche di avere un incontro urgente, per conoscere l’esatto stato della situazione e le intenzioni da parte di chi ha responsabilità politiche.
In caso contrario le scriventi valuteranno tutte le azioni necessarie a tutela dei professori d’orchestra della Filarmonica Marchigiana.