ANCONA – “La Regione Marche sta attivando una serie di misure a sostegno del caro energia per le famiglie, le imprese e gli enti locali” e “in modo particolare stiamo, proprio in questi giorni, studiando una misura che vada a sostenere le spese delle bollette elettriche e del gas che le imprese hanno dovuto affrontare tra il 2021 e il 2022”.

Lo annuncia a margine della seduta del Consiglio regionale, l’assessore della Regione Marche Andrea Maria Antonini, titolare delle deleghe allo sviluppo economico, green economy e fonti rinnovabili.


    “Vedremo qual è la differenza, purtroppo, in fase peggiorativa del costo delle bollette – prosegue – e cercheremo di intervenire sulla differenza” attraverso “il riutilizzo (repower) di fondi di economie del Fesr e del Fse. Tra l’altro – aggiunge – stiamo predisponendo i bandi sulla nuova programmazione Fesr, sempre a favore dell’autoconsumo, dell’efficientamento energetico, per la creazione delle comunità energetiche rinnovabili per le imprese” L’assessore spiega che sono previste “misure specifiche per le famiglie, un sostegno per l’acquisto” di “mini fotovoltaico di uso casalingo”, mentre “per gli enti locali, attraverso le comunità energetiche rinnovabili, energia su pensiline e mobilità”. “La Regione – sottolinea – è veramente in prima linea” per sostenere famiglie, imprese ed enti locali “attraverso delle soluzioni importanti” al “caro energia”. Per quanto riguarda lo stanziamento, Antonini spiega che “una prima ipotesi” ammonta “sui 5milioni, ma siccome possiamo trovare anche altre economie, si stanno facendo degli approfondimenti per cercare ulteriori risorse”