MAROTTA – “Mi getto sotto il treno”, questo il messaggio telefonico di un giovane ai propri genitori, aggiungendo che si trovava alla stazione di Ancona. Il padre, preoccupato, ha subito chiamato la sala operativa della polizia ferroviaria di Ancona fornendo la descrizione del figlio e le sue intenzioni.

L’allarme, scattato immediatamente, ha interessato sia gli operatori di polizia in servizio presso la stazione di Ancona, sia i responsabili della circolazione ferroviaria.
Fondamentale l’opera dell’agente della sala operativa della Polfer di Ancona che è riuscito a parlare al telefono con il giovane, cercando di convincerlo a rinunciare ai suoi propositi e soprattutto guadagnando preziosissimi minuti che sono serviti ai poliziotti per rintracciare il ragazzo.
Il giovane infatti è stato localizzato nei pressi di Marotta, i carabinieri di Fano, allertati dalla Polfer, sono riusciti a permesso ai carabinieri della compagnia di Fano, di trovarlo e metterlo in sicurezza.