Covid nelle Marche: 252 nuovi positivi. Regione Gialla anche settimana prossima. Occhio: il pesarese settima provincia in Italia per contagi.

I dati. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4462 tamponi: 2519 nel percorso nuove diagnosi (di cui 667 nello screening con percorso Antigenico) e 1943 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 10%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 252 (53 in provincia di Macerata, 29 in provincia di Ancona, 65 in provincia di Pesaro-Urbino, 30 in provincia di Fermo, 62 in provincia di Ascoli Piceno e 13 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (44 casi rilevati), contatti in setting domestico (56 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (79 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (6 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (15 casi rilevati), screening percorso sanitario (1 caso rilevato). Per altri 50 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 667 test e sono stati riscontrati 13 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 2%.

Non abbassiamo la guardia. Resta da attenzionare la situazione della provincia di Pesaro Urbino nel quadro della regione. I dati parlano della settima provincia con maggiori contagi in Italia. Dopo Prato, Catania, Napoli e Aosta e poco davanti Arezzo e Forlì Cesena che sono province limitrofe organizzate un po’ come Pesaro e Urbino.

Con una soglia di incidenza di 168 casi, le Marche resteranno gialle nonostante l’appannamento del calo soprattutto in provincia di Pesaro e Urbino, che è l’unica provincia marchigiana ad avere un continuo aumento di casi, mentre anche Ascoli dopo alcune settimana ha invertito il trend verso il basso. Non è un caso che la provincia di Pesaro e Urbino anche questa settimana è stata l’unica ad avere Comuni in arancione rafforzato (Acqualagna e Petriano).

Prosegue intanto con lenta regolarità il calo dei ricoveri per covid negli ospedali delle Marche. Secondo l’Agenas, la Regione ha un tasso di occupazione  delle terapie intensive del 24%, al di sotto della soglia critica del 30%. Stessa percentuale per i reparti non intensivi (24%) rispetto ad una soglia del 40%.