PORTO SAN GIORGIO – Un’imbarcazione da diporto di circa 5 metri è stata avvolta dalle fiamme, stamattina intorno alle 11.30, mentre si trovava davanti alla costa di Porto San Giorgio (Fermo), al confine con Lido di Fermo, a poche decine di metri dalla riva.

Non si registrano feriti o intossicati.

Le due persone che erano a bordo, infatti, si sono messe in salvo gettandosi in mare e raggiungendo a nuoto la riva.
Dopo la segnalazione, sono arrivati i militari del Circomare della Guardia costiera con un equipaggio da terra e la motovedetta, i vigili del fuoco con tre camion e un pick-up, e i carabinieri. Gli uomini del 115 sono intervenuti prima con l’idrogetto e poi con gli schiumogeni. Le operazioni sono state coordinate dalla Guardia costiera, presente anche il comandante del Circomare, Angelo Picone.

La Guardia costiera, una volta accertato che i due occupanti si erano messi in salvo gettandosi in mare, hanno atteso le operazioni di spegnimento predisponendo un cordone di sicurezza per evitare che altri natanti potessero avvicinarsi. Appurato che non vi erano feriti, ustionati o intossicati, il Circomare si è accertato che non vi fossero rischi per l’ambiente con sversamenti di carburante o chiazze d’olio. Non è emersa alcuna criticità per l’ambiente. Il vento e le onde hanno trascinato la barca verso riva, lì è stata raggiunta dal 115. Al vaglio della Capitaneria le cause dell’incendio che potrebbe essere stato generato da un guasto tecnico. Le fiamme hanno generato un’altissima colonna di fumo nero.