ANCONA – Rinviata a venerdì l’udienza nei confronti dei 4 ragazzi italiani, due marchigiani e due abruzzesi arrestati in India domenica scorsa per aver disegnato dei graffiti su due vagoni della metropolitana nella città di Ahmedabad. I quattro, entrati nel paese con un visto turistico di un mese, restano in stato di fermo, a seguire il loro caso l’ambasciata italiana sul posto. Sono accusati di avere danneggiato una pubblica proprietà,causando un danno di 50 mila rupie, l’equivalente di circa 600 euro, e di essersi introdotti in aree vietate al pubblico, con l’aggravante di aver agito in più persone con lo stesso obiettivo. Per il danneggiamento rischiano una multa e il risarcimento, ma l’arresto è scattato per il reato, più grave, commesso per essersi infiltrati in zona proibita.