In forte diminuzione nelle Marche i casi di positività al Covid-19 nella settimana 24-30 agosto: si è registrata una performance in miglioramento per i casi attualmente positivi per 100mila abitanti (419) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi (-24,5%) rispetto alla settimana precedente.

Lo evidenziano i dati del monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe.

L’elenco dei nuovi casi per 100mila abitanti dell’ultima settimana suddivisi per provincia: Macerata 354 (-27,4% rispetto alla settimana precedente), Ascoli Piceno 354 (-28,2%), Fermo 344 (-17,3%), Ancona 308 (-23%), Pesaro e Urbino 254 (-19,8%). La regione si mantiene sotto media nazionale per i posti letto in area medica (7,8% del totale) e in terapia intensiva (1,3%) occupati da pazienti Covid-19.

Sul fronte dei vaccini, ieri l’Ema ha dato l’ok a due nuovi farmaci per il Covid-19 adattati alla subvariante 1. Arriveranno in Italia tra 10 giorni. In Usa già approvati Pfizer e Moderna per combattere le subvarianti 4 e 5.Si tratta di vaccini aggiornati alle ultime varianti Omicron BA.4 e BA.5 di Pfizer e Moderna. Il primo (Comirnaty) è stato autorizzato per le persone con più di 12 anni, il secondo (Spikevax) solo per gli adulti. Si tratta di dosi booster che possono essere somministrate 60 giorni dopo qualsiasi precedente vaccinazione anti-Covid. Gli esperti lanciano un monito: “Fare subito le dosi già disponibili senza aspettare, soprattutto se si è anziani o fragili”.
    A proposito di vaccini, sono 6,82 milioni le persone di età superiore a 5 anni che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino, di cui 5,57 milioni attualmente vaccinabili. La Fondazione Gimbe ha poi calcolato che ci sono poi 1,25 milioni di persone temporaneamente protette in quanto guarite da Covid-19 da meno di 180 giorni. Nelle Marche la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 11,5% (media Italia 9,7%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da Covid-19 da meno di 180 giorni, pari al 3,3%; la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 10,7% (media Italia 10,8%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell’immediato, pari al 6,3%. il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 11,5% (media Italia 17,3%).

La popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 20,5% (media Italia 35,1%) a cui aggiungere un ulteriore 2,1% (media Italia 3,3%) solo con prima dose.