Covid nelle Marche: 3 nuovi casi. Variante Delta: ricoverati due dei tre positivi individuati nelle marche.

I Dati. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 796 tamponi: 357 nel percorso nuove diagnosi (di cui 117 screening con percorso Antigenico) e 439 nel percorso guariti (un rapporto positivi testati del 0,8%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 3 (0 nella provincia di Macerata, 0 nella provincia di Ancona, 2 nella provincia di Pesaro-Urbino, 0 nella provincia di Fermo, 1 nella provincia di Ascoli Piceno e 0 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (1 casi rilevati), contatti in setting domestico (2 casi rilevati),  contatti stretti di casi positivi (0 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (0 casi rilevati), contatti in ambiente di vita/socialità (0 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (0 casi rilevati), Contatti con coinvolgimento studenti di ogni grado di formazione (0 casi rilevati), screening percorso sanitario (0 casi rilevati), contatti con provenienza extra-regione (0 casi rilevato) e di 0 casi sono in fase di approfondimento epidemiologico. Nel percorso Screening un totale di n.117 test antigenici effettuati e n.0 soggetti rilevati positivi (da sottoporre al tampone molecolare) un rapporto positivi/testati 0%.

Variante Delta: ricoverati due dei tre positivi individuati nella Regione. Sono intanto ricoverate al reparto di Malattie infettive del Murri di Fermo due delle tre persone che in base al tracciamento sono state individuate come casi Covid da variante Delta nelle Marche. Si tratta di due persone di origine straniera, una 70enne e una 40enne. Le loro condizioni non destano preoccupazione, non sono però vaccinate e hanno manifestato i sintomi tipici (febbre alta e tosse). Provengono dalle Area vaste 5 di Ascoli e 3 di Macerata.

E’ dunque sbarcata nelle Marche la variante più aggressiva del Covid, un ceppo molto contagioso che sta facendo ripartire i contagi in tutta Europa. È però comprovato che i vaccini, se somministrati in entrambe le dosi, sono efficaci anche per la variante Delta, dunque la raccomandazione è sempre la stessa, quella di provvedere al più presto alla prenotazione del vaccino.