Ore di attenzione per l’ondata di maltempo sulle Marche, in particolare nel Senigalliese, già ferito dall’alluvione del 15 settembre che ha provocato 12 vittime accertate e una persona ancora dispersa, oltre a danni ingenti.

Dopo diverse ore di pioggia, il livello del fiume Misa si è alzato a Pianello di Ostra, facendo scattare quello che l’assessore regionale alla Protezione civile Stefano Aguzzi ha definito “un livello di attenzione”, sottolineando però che questa volta, a differenza di settembre, non è “una bomba d’acqua”.

Allertati i Comuni, molti dei quali hanno aperto i Coc: Serra de’ Conti, Trecastelli, Senigallia. Il fiume non è esondato da nessuna parte, ma il livello dell’acqua è salito a Ostra e, soprattutto a Senigallia, ove è arrivato a oltre 3 metri al ponte delle Bettolelle. L’acqua ora scorre, segnala il sindaco Massimo Olivetti, che dalla pagina Facebook del Comune ha ordinato alla cittadinanza di salire ai piani alti e di osservare comportamenti “di prudenza”. In giro per le strade della città, protezione civile, polizia locale e forze dell’ordine stanno allertando i cittadini. La pioggia à diminuita, in particolare a Senigallia, e si attende la fine della perturbazione, inizialmente prevista in nottata e ora alle 6 di domani mattina.