ANCONA – “Stiamo rimuovendo le isole pedonali del corso. Vanno in manutenzione e saranno riutilizzate altrove. Sul corso una nuova storia”. Ad annunciarlo, sulla pagina Facebook, è stata questa mattina l’assessore al Porto e al Piano strategico, Ida Simonella, candidata alle primarie per il Centrosinistra.

Detto e fatto, le isole pedonali in corso Garibaldi sono state smontate nelle primissime ore della mattinata. Operazioni alle quali era presente la stessa Simonella. Le isole tecnologiche collocate nel corso principale cittadino, nate come arredi, erano infatti diventate strutture ricettacolo di rifiuti, scritte varie e ‘letti’ per alcuni balordi. Ida Simonella ha poi argomentato alcune delle questioni poste dagli utenti social.

“Vanno in deposito e in manutenzione – ha scritto -. Ci sono ipotesi di riallocazione in altri luoghi, sicuramente non sul corso. Una ipotesi (ripeto ancora da vagliare) è nei paraggi della Polveriera al Cardeto. Il progetto delle isole è stato fatto e condiviso dalla giunta tutta. Soprattutto condiviso con associazioni di categoria e commercianti, passo dopo passo. Dopodiché non ha funzionato come doveva. Una gran parte delle risorse veniva da una sponsorizzazione della Banca Popolare, che ringrazio ancora per essersi spesa per la città. Valorizzeremo in altro modo e in altro luogo quel contributo. In sintesi -conclude -, senza girarci attorno, siamo convinti che questo arredo non abbia funzionato. E va ammesso con serietà. Non sbaglia chi non fa. Chi parla solo di aria fritta. Chi si cimenta con le cose concrete può incontrare difficoltà. E onestamente credo sia meglio prendere una decisione neanche facile su una operazione sbagliata che non decidere nulla e lasciare tutto così”.