Con il ricordo del giovane fotografo naturalista di Caldarola Lorenzo Lambertucci a cui il Festival è dedicato, giovedì 4 luglio a Cessapalombo è stata inaugurata la quinta edizione di Appennino Foto Festival, evento promosso dall’associazione Photonica3. Una serata di grandi emozioni e molto partecipata, ha fatto da cornice ai temi del Festival che vanno dalla sostenibilità ambientale, al rispetto della natura, della biodiversità fino alla conoscenza della straordinaria ricchezza di cui siamo circondati. Il festival è una occasione importante per far conoscere e frequentare l’entroterra maceratese dai numerosi turisti che amano queste tematiche e sono vicini al mondo della fotografia naturalistica e del turismo lento. Ieri sera dopo il saluto della autorità, il Sindaco Giuseppina Feliciotti, il consigliere regionale Pierpaolo Borroni, il presidente uscente dell’Unione Montana Monti Azzurri Giampiero Feliciotti e il presidente del Parco Nazionale di Monti Sibillini Andrea Spaterna, occhi puntati sulla mostra accolta al palasport del paese “Un paese mille paesaggi – le montagne d’Italia viste da L’Altro Versante”. L’Altro Versante è un grande progetto nato nel 2014 dal desiderio dei tre fotografi Maurizio Biancarelli, Bruno D’Amicis, Luciano Gaudenzio e Obiettivo Mediterraneo, di documentare e di riscoprire attraverso il mezzo della fotografia il patrimonio naturale italiano e le montagne in particolare. Sul palco anche Lorenzo Sestieri, presidente di Obiettivo Mediterraneo e l’organizzatrice Pascale Huitorel che hanno annunciato che i 52 pannelli esposti, alcuni alti oltre 2 metri, verranno donati a Photonica3 in segno di stima per l’impegno e la passione con cui  stanno portando avanti il Festival. Un grande riconoscimento accolto con gratitudine dagli organizzatori che sono nel pieno delle attività del Festival che questa sera, venerdì 5 luglio, in piazza San Marco a Camporotondo di Fiastrone accoglierà eventi tutti al femminile. Nel tardo pomeriggio inaugurazione della mostra “Oltre l’arcobaleno” 42 immagini con gli scatti di 22 fotografe naturaliste che espongono per la prima volta in assoluto e che aderiscono a Sensore Donna, il collettivo tutto al femminile di A.F.N.I. Su invito di Melania Sinibaldi, consigliera nazionale Afni, alle 21,15 sul palco di Piazza San Marco sarà ospite Britta Jaschinski, che porterà il pubblico a scoprire la sua fotografia di denuncia. La fotografa è co-fondatrice di Photographers Against Wildlife Crime™, un gruppo internazionale di fotografi che hanno unito le loro forze per utilizzare le loro immagini per aiutare a porre fine al commercio illegale della fauna selvatica. Altra novità di quest’anno è la stretta sinergia con la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche FIAF che ha inserito come manifestazione riconosciuta l'evento "I cinque territori dell'Appennino Foto Festival" con protagonisti il Circolo Fotografico il Faro Civitanova Marche, la Fototeca Comunale BFI Morrovalle, il Fotocineclub Recanati BFI, il Fotoclub Potenza Picena, l'Associazione Fotografica Effetto Ghergo BFI Montefano. Ogni Club Fotografico ha valorizzato con i suoi scatti, i cinque comuni dove si svolge il Festival. Sabato 6 luglio verranno inaugurate le prime due mostre: alle ore 16,00 appuntamento a Cessapalombo con l’inaugurazione della mostra CESSAPALOMBO RACCONTA mentre alle ore 18,15 taglio del nastro a Caldarola per la mostra CALIDARIUM. Alle ore 21,15 al Teatro Comunale di Caldarola, Premiazione della XVIII Edizione del Concorso Internazionale di Fotografia Naturalistica “Asferico”, rivista quadrimestrale di fotografia naturalista edita dall’Afni. Sul palco, la giornalista Barbara Olmai conduttrice fin dalla prima edizione tutti gli eventi del Festival, accoglierà l’ospite Mauro Tronto che premierà i vincitori nazionali e internazionali delle categorie del concorso. Quest’anno sono arrivate circa 15000 immagini da 650 fotografi di 39 nazioni di tutti i continenti. Il festival prosegue domenica 7 luglio con il taglio del nastro di ben tre mostre e una serata che si annuncia già da tutto esaurito. Alle 9,15 a Belforte del Chienti Inaugurazione della mostra IL BEL-FORTE, alle 10,45 taglio del nastro della mostra Asferico. Alle ore 16,00 a Camporotondo di Fiastrone inaugurazione della mostra IL PAESE, LA GENTE, mentre alle 18,15 ci si sposta a Serrapetrona per il taglio del nastro della mostra SERRAPETRONA UN PAESE DA RISCOPRIREAlle ore 21,15, dopo la cena organizzata dalla Pro loco, l’appuntamento in piazza a Serrapetrona è con la lectio dello scienziato e divulgatore Stefano Mancuso, riconosciuto tra le massime autorità mondiali impegnate a studiare e divulgare una nuova verità sulle piante. Autore di numerosi libri tradotti in oltre venti lingue, Mancuso parlerà de “la Natura che non ti aspetti”. Il Festival dopo questa prima ondata di eventi, proseguirà i prossimi 13 e 14 luglio. In sinergia con le Pro Loco dei cinque comuni e grazie alle attività dei produttori locali, ogni serata sarà possibile degustare buon cibo nei luoghi che accolgono gli eventi. Tutti gli ingressi sono gratuiti. Il Festival è sostenuto fin dalla prima edizione dai Comuni ospitanti, dall'Unione Montana dei Monti Azzurri e gode del patrocinio e della compartecipazione della Regione Marche, dell’Assemblea Legislativa delle Marche, dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, dei comuni di Belforte del Chienti, Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Cessapalombo e Serrapetrona, è patrocinato inoltre dalla Provincia di Macerata, dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini, dal CAI Gruppo Regionale Marche, Legambiente Marche, WWf Marche, dalle Pro Loco dei Comuni ospitanti ed è sostenuto da diversi partners privatiPer info sul programma AFF2024:

https://www.appenninofotofestival.com/

info@appenninofotofestival.com