FALCONARA- “Un’ipotesi progettuale di arretramento della ferrovia che tagli fuori Falconara, insieme a tutte le località costiere a sud della nostra città, non solo sarebbe miope e incompleta, ma suonerebbe come una beffa: appena due mesi fa il ministro uscente Enrico Giovannini aveva annunciato un arretramento fino a Falconara, facendo intendere che il nostro territorio sarebbe stato compreso nel primo intervento di spostamento dei binari”.

Così il sindaco di Falconara Stefania Signorini che sulla questione del progetto dell’arretramento della ferrovia Adriatica ha ricordato come “proprio da Falconara è partita la battaglia contro le barriere fonoassorbenti e per l’arretramento della linea Adriatica e resto convinta che il progetto debba coinvolgere tutta la costa marchigiana. Serve uno studio di fattibilità da Fano a San Benedetto del Tronto e un cronoprogramma che offra a tutti i Comuni costieri, ora schiacciati dalla ferrovia, una prospettiva di sviluppo: liberare la costa dai binari significa permettere alle città di riappropriarsi della loro spiaggia, per rilanciare i territori sotto il profilo turistico, urbanistico e di conseguenza economico”