Al termine delle indagini, i carabinieri di Sant’Elpidio a Mare (Fermo) hanno deferito all’autorità giudiziaria un uomo di 40 anni, residente nella zona, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate dall’uso di armi.

L’uomo, la scorsa sera, si è lasciato andare a ripetute aggressioni fisiche e verbali nei confronti dei genitori con cui abita, colpendo il padre 65enne con pugni e schiaffi, mentre la madre 60enne è stata ferita con un coltello da cucina alla coscia sinistra.

I due si sono recati autonomamente al Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Fermo, segnalando l’aggressione al numero di emergenza 112.
    Nel corso dell’intervento, effettuato tempestivamente dai militari, non è però stato possibile recuperare il coltello o altri oggetti utilizzati per l’aggressione, dei quali forse il sospettato si era già disfatto. I coniugi, dimessi dall’ospedale con una prognosi rispettivamente di 10 giorni e 15 giorni per ferite da taglio, non hanno presentato querela. Ma data la gravità dei fatti, l’autorità giudiziaria è stata comunque informata dalla Stazione dei Carabinieri di Sant’Elpidio a Mare che ha proceduto all’attivazione del codice rosso, che ha permesso di tutelare le vittime e di denunciare il responsabile.