ANCONA – Riaperto il lungomare di via XXIX Settembre dopo i lavori di riqualificazione, e contestualmente sono tornati a disposizione i circa 30 posti auto (sosta blu) che erano stati occupati dall’area del cantiere.

Nel corso degli ultimi mesi questa zona è stata interessata da una serie di interventi distinti e successivi, realizzati attraverso finanziamenti provenienti dalla partecipazione del Comune di Ancona a specifici bandi ministeriali ed europei (via XXIX settembre, Archi, via Marconi, illuminazione fronte mare ITI Waterfront 3.0) e, in parte, con fondi propri dell’Ente (completamento del lungomare di via XXIX Settembre).

Doveva durare 270 giorni e costare un milione l’opera di restyling (cantiere aperto nel 2020), ma è stata completata in tre anni e quattro mesi e l’importo finale, tra varianti in corso d’opera ed errori da correggere, è sicuramente lievitato.

L’ultimo di una lunga serie di intoppi è stato lo strafalcione in latino scoperto per caso da un passante su una delle incisioni a terra dedicate all’imperatore Traiano, divenuto all’improvviso un “formaggiaio” (da Caesari a Caseari).