ANCONA – Il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, commissario delegato all’emergenza Sisma 2022, ha nominato l’ingegner Marco Trovarelli soggetto attuatore degli interventi previsti dall’ordinanza della Protezione Civile numero 991, relativa al terremoto del novembre scorso, che ha colpito i territori dell’Anconetano e del Pesarese.

Il direttore dell’Ufficio speciale ricostruzione dovrà redigere i piani previsti dall’ordinanza e quelli necessari alla rimozione delle situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità. Dovrà inoltre dare attuazione agli interventi legati al soccorso e assistenza alla popolazione. Dovrà ugualmente provvedere al ripristino, anche con procedure di somma urgenza, della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche; alle attività di gestione dei rifiuti, delle macerie, e alle misure volte a garantire la continuità amministrativa nei comuni e nei luoghi interessati, se necessario attraverso interventi di natura temporanea.

“Si tratta di una sfida importante che intendiamo portare a termine con efficacia e nel più breve tempo possibile – afferma Trovarelli – Siamo bene a conoscenza dei disagi che un terremoto porta ai territori e soprattutto alle persone; per questo intendiamo mettere in campo la competenza, l’esperienza e la forza lavoro che l’USR ha dimostrato di possedere.

L’obiettivo è di consentire ai luoghi colpiti dal sisma di tornare alla normalità e di ripartire dopo quanto accaduto”

La sequenza sismica del novembre 2022, registrata in Mare Adriatico a poca distanza dalla costa, ha avuto il suo apice con la scossa di magnitudo 5.7 che ha prodotto crolli e danni, costringendo circa 300 famiglie ad abbandonare la propria abitazione.

Ad aprile il Consiglio dei ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza, stanziando 4,86 milioni per i primi interventi.