ANCONA – L’Obi è l’Osservazione Breve Intensiva del Pronto Soccorso di Torrette. Da due mesi convertita solo per ospitare e trattare in emergenza i pazienti infetti. Il fatto che l’orientamento sia quello di una riapertura anche agli altri pazienti è il segno di come la terza ondata stia battendo piano piano in ritirata dagli ospedali delle Marche.

La decisione di liberare una delle due sale Obi – l’altra resterà a pressione negativa, con 8 letti Covid più 4 aggiuntivi – consente di recuperare 10 postazioni di prima emergenza per i pazienti non contagiati dal virus. In fondo al tunnel si intravede la luce.

Due mesi di ambulanze in fila nel parcheggio, di attese infinite, fino anche a 14 ore per essere visitati, e il 30 marzo con l’occupazione di tutti e 22 i posti letto Covid del punto di primo intervento.