AAA Cercasi giovani interessati a lavorare nel mondo dell’autotrasporto e dell’autoriparazione.

A lanciare un appello è Luca Bocchino responsabile del comparto di Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino che sottolinea come il settore mobilità che conta circa 6mila imprese e 10mila addetti, mai come in questo momento, sia alla ricerca di personale qualificato e non.

“Vorremmo far comprendere ai giovani che lavorare in questi settori è diventato altamente gratificante e stimolante” precisa Bocchino. “Oggi salire su un autoarticolato e occuparsi di logistica vuol dire avere a che fare con mezzi tecnologici o lavorare in officine con strumentazioni altamente innovative”.

Un incentivo arriva anche dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: dal 13 febbraio sarà attiva la piattaforma per richiedere il bonus patente per l’autotrasporto riservato ai giovani tra i 18 e i 35 anni che vogliano conseguire la patente o le abilitazioni professionali per la guida dei veicoli destinati all’esercizio dell’attività di autotrasporto di persone e di merci. Il contributo, pari all’80% della spesa sostenuta e di importo non superiore a 2.500 euro, potrà essere riconosciuto una volta sola.

Il MIT ha stanziato 25,3 mln di euro per il periodo tra il 1° luglio 2022 e il 31 dicembre 2026. 3,7 milioni di euro sono stanziati per l’anno 2022, 5,4 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2026

Un’ulteriore possibilità arriva anche dai corsi abilitanti per acquisire le competenze di Ispettore delle Revisioni, Meccatronica, Carrozzeria e Gommisti e accesso alla professione per Autotrasporto sopra 35 quintali. I corsi in partenza sono organizzati da diversi enti di formazione tra i quali Sinca e permettono ai giovani un rapido inserimento nel mondo del lavoro anche se provengono da percorsi formativi differenti.

“Fare oggi l’autotrasportatore è molto diverso rispetto al passato ed è gratificante anche a livello economico”, spiega Angelo Pisa, presidente Trasporti Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino. “Una motrice è alimentata anche con fonti rinnovabili a bassissimo impatto ambientale e gli standard di sicurezza sono molto elevati”.

Alla ricerca di giovani motivati e preparati c’è anche il settore Autoriparazione.

“La meccatronica impone alle autofficine meccaniche, carrozzerie, gommisti, di avere profili con elevate competenze digitali e tecnologiche”, dice Gianluca Guidi, Presidente settore Autoriparazione di Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino.

Abbiamo bisogno di ragazzi dai 19 ai 35 anni che alla passione per i motori abbiano competenze avanzate, che sappiano usare tester di diagnosi, sistemi ADAS, sensori elettronici, convergenze ed equilibratrici di pneumatici”.

Le imprese senza nuova manodopera rischiano di chiudere.

“In questo scenario”, afferma Bocchino, “Confartigianato cerca di aiutare le imprese alla ricerca di personale e i giovani in cerca di lavoro, attraverso il portale Job Talent che ogni venerdì mattina diventa anche ‘fisico’ aprendo le sue porte a chi ha bisogno di informazioni o aiuto per inserire un curriculum o una offerta di lavoro. Invitiamo chi è interessati a venirci a trovare negli uffici di Ancona, Jesi e Senigallia”.