“Vediamo gli scenari che si apriranno nelle prossime ore con l’auspicio che cessi il fuoco e si torni a discutere a una soluzione che comunque non comporti conseguenze ai civili, ai bambini, all’incolumità delle persone”.

così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli rispondendo ai giornalisti a margine di una conferenza stampa.


    “E’ uno scenario inaspettato per come noi vivevamo la situazione pandemica con tutte le conseguenze già difficili – ammette il presidente -: in una situazione di crisi sanitaria mondiale, tutto potevo immaginare tranne che, neanche fuori da questa crisi ne iniziasse un’altra in ordine alla sicurezza, addirittura con la guerra”. “Spero – è l’auspicio di Acquaroli – che alla fine tutto possa essere condotto, tramite le diplomazie, a una crisi che possa essere superata”. La protezione civile delle Marche si è attivata soprattutto per aiuti in ambito sanitario. “Credo – conclude il presidente – che il supporto alle popolazioni colpite e soprattutto alle categorie più deboli sia un atto dovuto”