ANCONA – C’è un fermo per le rapine alla tabaccheria di via Cialdini e all’esercizio commerciale di via Trieste del 12 e del 26 gennaio scorsi ad Ancona. Nel tardo pomeriggio di ieri gli agenti delle Volanti hanno individuato e controllato un 40enne anconetano, molto somigliante sia nelle fattezze che nell’abbigliamento alle immagini del rapinatore, ripreso dalle videocamere della sicurezza delle due attività.

L’uomo si trovava in via Montebello nei pressi di un altro esercizio commerciale, dove si preparava probabilmente a compiere un’altra rapina. Il 40enne è stato trovato in possesso di un coltello da cucina, con manico bianco e lama di 13 centimetri, che corrisponde all’arma delle due rapine precedenti. Durante una successiva perquisizione domiciliare, è stata inoltre rinvenuta la felpa rossa riconosciuta come quella indossata in occasione della rapina del 12 gennaio, in via Cialdini. Il 40enne è stato rinchiuso nel carcere di Montacuto.

“Un plauso agli agenti delle Volanti che con spiccato intuito ed elevata professionalità hanno fermato un rapinatore che rischiava di diventare seriale, con tutte le presumibili conseguenze per la sicurezza pubblica”, ha commentato il questore Cesare Capocasa.