ANCONA – Nelle ultime ore, presso l’aeroporto di Fiumicino (RM), è stato arrestato un cittadino romeno, che deve espiare la pena residua di 1 anno e 2 mesi di reclusione per il reato di furto aggravato, commesso in concorso di persone.

Tale provvedimento è stato emesso al culmine di un’attività investigativa condotta dalla Squadra Mobile di Ancona, a seguito di reiterati furti di ingenti quantità di rame – asportati dai capannoni industriale sedenti nel territorio di Ancona e provincia – commessi dall’arrestato, in concorso con altri cinque complici, tutti arrestati in flagranza di reato all’epoca dei fatti.

L’uomo, da considerarsi il vertice dell’organizzazione criminale, all’epoca dei fatti si era sottratto alla cattura migrando in Germania, presso la città di Stoccarda, dove è stato rintracciato dal personale Interpol e, successivamente, estradato in Italia per l’espiazione della pena.

Il cittadino romeno si trova ora presso la Casa Circondariale di Regina Coeli di Roma.