Pesaro 2024 è partita. Il 24 gennaio – per tutto il 2023 sarà sempre questo il giorno del mese in cui accadranno cose nei 50 Comuni della provincia – la platea al completo del Teatro Sperimentale ha accolto il primo evento ufficiale del percorso di avvicinamento all’anno in cui Pesaro sarà Capitale Italiana della Cultura.

Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza, Agostino Riitano direttore della candidatura di Pesaro a Capitale della Cultura 2024 e Silvano Straccini direttore generale di Pesaro 2024, Marco Perugini presidente del Consiglio Comunale hanno incontrato gli stakeholder, i portatori di interesse (enti e associazioni culturali, università e accademie) che saranno determinanti in ogni fase di questo cammino per arrivare all’obiettivo finale: “lavorare su una città che ancora non c’è ma che vorremmo creare “. “Siamo molto contenti di una partecipazione così intensa – ha detto Vimini -, oggi è l’inizio della corsa dei 24 mesi prima dell’inizio dell’anno da capitale, in cui tutti i soggetti della comunità saranno coinvolti. Questa mattina siamo partiti dai dipendenti del Comune di Pesaro, primi testimonial e ambasciatori, e dalle associazioni di volontariato, ambito che rappresenta una vera eccellenza della nostra città. E’ un invito alla ‘cocreazione progettuale’ per svolgere e dare forma al programma per cui abbiamo vinto il 16 marzo scorso ma è anche invito a ottimizzare relazioni e rapporti con altre destinazioni dell’Italia e del mondo nel segno della cultura, ciascuno con la connotazione del proprio ambito”.