ANCONA – Giornata di terrore nelle acque dell’Adriatico quando, per cause ancora in fase di accertamento, si sono perse le tracce di un marittimo a bordo del peschereccio ‘Rosa dei Venti’. L’uomo sarebbe caduto in mare a circa quaranta miglia dalla costa e, per fortuna, è stato salvato dopo oltre 4 ore di ricerche in una zona non molto lontana dal luogo in cui era stata segnalata la sua scomparsa.

È un 54enne di Ancona, molto noto nell’ambiente sportivo, e secondo le prime informazioni acquisite, è cosciente e sarebbe in discrete condizioni di salute.

Per cercarlo, dopo l’allarme lanciato dal comandante, si è mobilitata una task force coordinata dalla Capitaneria di porto. L’Sos è scattato attorno alle 11: immediatamente la Guardia costiera ha inviato due motovedette nell’area che è stata anche sorvolata da un aereo, sempre della Guardia costiera, giunto da Pescara. Contestualmente è stata allertata una nave della Marina Militare che ha deviato dalla sua rotta per partecipare alle ricerche. Sono stati avvisati persino alcuni mezzi della Marina mercantile e altri pescherecci, rimasti in zona per agevolare le operazioni.

L’uomo è stato ripescato vivo dalla stessa nave militare, poco prima delle 15.30. È stato quindi trasbordato su una delle motovedette e condotto ad Ancona per eseguire tutti gli accertamenti di rito. L’uomo, nonostante le tante ora passate in acqua, non era in stato di ipotermia. E’ stato portato in codice giallo all’ospedale regionale di Torrette.