MONTEMARCIANO – Un noto locale sul lungomare di Montemarciano (Ancona) era stato trasformato in un locale da ballo abusivo: lo hanno scoperto durante un controllo congiunto la Polizia di Stato e la Guardia di finanza della Compagnia di Falconara Marittima, che hanno verificato che all’interno c’erano oltre 200 persone intente a ballare.

Per l’occasione erano stati spostati tavoli e sedie, la musica era proposta da ben tre deejay e amplificata con due diffusori acustici, il tutto accompagnato da luci colorate ad intermittenza, riproponendo il classico ambiente da discoteca.

Da un’ispezione con un’unità cinofila della Polizia di Stato, è emersa la presenza di sostanza stupefacente (una “pallottola” di hascisc) celata in un portasigarette in plastica, tenuto in mano da una ragazza che stava ballando. Lo aveva prelevato poco prima dalla borsa per gettarne il contenuto dalla finestra, sulla spiaggia, Polziotti e finanziarie le hanno contestato una violazione amministrativa. Altra quattro dosi di hascisc e tre di cocaina sono state scoperte in spiaggia dai cani antidroga: lo stupefacente è stato repertato e sequestrato a carico di ignoti.

Inoltre, le Fiamme Gialle hanno eseguito un controllo specifico in materia di lavoro sommerso che ha permesso di appurare la presenza di lavoratori irregolari, le cui posizioni sono state segnalate all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per l’eventuale adozione del provvedimento di sospensione d’ufficio dell’attività commerciale. I finanziari hanno accertato la presenza di 5 lavoratori dipendenti, tra i quali i tre deejay, sprovvisti della preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro e quindi completamente in nero. Sono infine in corso accertamenti per verificare il rispetto delle prescrizioni in materia di sicurezza della struttura, che è una “palafitta” in legno davanti al mare.