ANCONA – Saldo negativo moderato della mobilità sanitaria nelle Marche nel 2021: -38,5 milioni di euro, dei quali 113 milioni e 696.372 di crediti (la Regione si colloca in decima posizione) e 152 milioni e 149.769 di debiti (13a posizione). L’analisi viene fatta dalla Fondazione Gimbe.

Il volume dell’erogazione di ricoveri e prestazioni specialistiche da parte di strutture private è un indicatore della presenza e della capacità attrattiva del privato accreditato, spiega Gimbe. Le Marche si collocano in decima posizione con le strutture private che erogano il 51,1% del valore totale della mobilità sanitaria attiva regionale (media Italia 54,7%).