ANCONA – Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che purtroppo nelle ultime 24 ore si sono verificati 13 decessi di questi la maggior parte, cioè 8, risiedevano nella provincia di Pesaro-Urbino. La vittima più giovane un 69enne di Apecchio, la più anziana un centenario di Borgo Pace. Il totale dei decessi dall’inizio della pandemia sale dunque a 2830.

Continuano a calare i ricoveri per Covid-19 nelle Marche: in 24ore 37 degenti in meno ; da 787 a 750.

In particolare sono 4 in meno i pazienti nelle Terapie intensive (112; -4) dato in discesa ma che comunque piazza le Marche al terzo posto in Italia per occupazione posti letto nel reparto più critico, dopo Lombardia e Piemonte, con un soglia del 47% che supera dunque la soglia d’allerta del 30% e quella media nazionale del 38,3%.

13 in meno sono invece i pazienti nelle Semintensive (176), ma a calare sono soprattutto i reparti non intensivi che segnano -20 (462).

Nell’ultima giornata sono state dimesse 57 persone. Gli ospiti di strutture territoriali sono stabili (241) mentre calano significativamente gli assistiti in pronto soccorso passando da 43 a 30. In diminuzione i positivi in isolamento domiciliare (6.986; -83), ma aumentano di poco le quarantene per contatto con contagiati (13.084+36, 5.233 persone con sintomi e 210 operatori della sanità). Il numero dei guariti/dimessi è 83.003 (+427)