Come è stato possibile? E’ la domanda che corre sui social, la stessa cui dovranno trovare risposta gli inquirenti che indagano sulla vicenda del bimbo di appena un anno finito al pronto soccorso dopo aver ingoiato dell’hashish. Il piccolo è stato trasferito all’ospedale pediatrico Salesi di Ancona dopo un primo controllo da parte del personale medico di Civitanova Alta.

I fatti. Lo scorso fine settimana un uomo, un marocchino già noto alle forze dell’ordine, si è presentato di corsa al pronto soccorso portando in braccio il suo bambino di un anno. È stato lui a spiegare al personale medico che il piccolo aveva ingerito, poco prima, un quantitativo di sostanza stupefacente, hashish. 

Vista la serietà della situazione, il personale medico di Civitanova ha ritenuto necessario il trasferimento del piccino presso l’ospedale pediatrico Salesi di Ancona, dove è stato immediatamente sottoposto a una serie di accertamenti. Della vicenda sono state subito informate le forze dell’ordine che ora stanno valutando la posizione dei genitori del piccolo. Perché quella droga era in casa? Come mai il bambino è riuscito a ingerirla? Chi c’era con lui in quel momento? Questi i punti oscuri della vicenda.

In aggiornamento.

(vignetta Corr.)