PORTO SAN GIORGIO – E’ di Gianni Brandoli, il 76enne di Porto San Giorgio svanito nel nulla da martedì 9 novembre, il corpo senza vita ripescato ieri in mare dai vigili del fuoco coadiuvati dagli uomini della capitaneria di porto. L’avvistamento alle 16:30 nel tratto di mare di fronte l’area portuale. L’operazione è scattata nell’ambito delle diverse attività di ricerca delle persone scomparse.

Dopo il ritrovamento la Procura ha disposto gli accertamenti per la compiuta identificazione della salma avvenuta tramite il riconoscimento di alcuni effetti personali. L’ipotesi più accreditata è che l’uomo abbia accusato un malore sulla battigia e sia stato risucchiato in mare. Gli investigatori, però, indagano a 360 gradi e non escludono a priori altre ipotesi.