CUPRAMONTANA – Voleva fare una grappa a base di marijuana. Peccato che il valore del “Thc” fosse decisamente superiore al limite consentito dalla legge. I carabinieri del comando locale hanno sequestrato 2,5 kg di sostanza stupefacente tra infiorescenze e foglie secche in un casa colonica nel comune di Cupramontana.

L’affittuario del casolare, un 30enne del posto, ha spiegato ai militari di essere titolare di un’azienda agricola preposta alla coltivazione di sostanze farmaceutiche e spezie e di voler usare la sostanza per realizzare il distillato, tentando così di giustificare la presenza della Cannabis Light.

Il valore del Thc era però di gran lunga superiore ai limiti di legge. Il giovane è stato denunciato a piede libero per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e psicotrope. Insieme a lui si trovavano altri due ragazzi che sono stati segnalati all’Autorità Giudiziaria per uso personale.