Terremoto nelle Marche: scosse anche nella notte, ma lo sciame sismico inizia a rallentare, sotto Magnitudo 3. Proseguono i sopralluoghi.

Lo sciame. Prosegue lo sciame sismico nelle Marche, con scosse anche durante la notte, tutte sotto la magnitudo 3 ed epicentro davanti alla costa anconetana o pesarese.

I movimenti tellurici di magnitudo tra 2 e 3 sembrano in diminuzione, o meglio si stanno diradando con intervalli temporali un po’ più lunghi.

Alle 7:37 la scossa più forte, di magnitudo 2.9. I vigili del fuoco sono al lavoro per verifiche tecniche e sopralluoghi sugli immobili.

Le verifiche. Intanto sono 690 i sopralluoghi tecnici e le verifiche di stabilità effettuate dai Vigili del fuoco a seguito della scossa sismica del 9 novembre.

Oggi ad Ancona sono stati dichiarati inagibili un appartamento e un’intera palazzina a causa delle lesioni subite dal terremoto in cui abitavano complessivamente 23 persone.

A Pesaro dopo una verifica, in cui sono stati utilizzati anche i droni, le parti esterne della chiesa dei Cappuccini sono state interdette a causa delle precarie condizioni di stabilità di alcune guglie sul tetto.