Licenza sospesa per 90 giorni a un compro oro/gioielleria di Chiaravalle (Ancona). Il provvedimento è stato notificato quest’oggi dagli agenti della Divisione Pas della Questura di Ancona.

L’attività investigativa svolta dalla Squadra Mobile è partita nel maggio scorso dalla denuncia di furto di due fedi d’oro, sporta da un uomo nei confronti di suo figlio, accusato di averle sottratte e ‘auto-riciclate’ presso un compro oro della zona per realizzare soldi. A sua volta il titolare del compro oro/gioielleria, avrebbe riciclato le due fedi ricettate, cedendole ad un secondo commerciante di preziosi.
Le prime perquisizioni eseguita nell’immediatezza dei fatti, hanno permesso agli agenti sia di recuperare le due fedi in oro in questione, sia di rinvenire e sequestrare 20 repliche di orologi di pregio, complete di confezioni e falsi certificati di garanzia.

Il titolare del compro oro/gioielleria è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di ricettazione, introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e contraffazione, e alterazione o uso di marchi. Anche la Compagnia della Guardia di Finanza di Falconara ha accertato ulteriori violazioni, poi contestate, in relazione alla tenuta dei documenti commerciali e a lavoro ‘sommerso’.