PESARO – L’esatta composizione dei vaccini covid a mRNA? Ora si procederà all’analisi, su ordine del Tribunale di Pesaro

Tutto nasce dall’iniziativa di un professionista pesarese, ultra 50enne, guarito dall’infezione Covid, che si è successivamente rifiutato di sottoporsi al vaccino, subendo di conseguenza limitazioni nello svolgimento della propria attività professionale.

L’uomo ha così deciso di rivolgersi al Tribunale, manifestando le proprie perplessità sulla composizione del vaccino. “Volevamo capire – spiega il suo legale, l’avvocatessa Nicoletta Morante – se il consenso informato alla cui firma sarebbe obbligato sia compatibile con l’obbligatorietà, se siano presenti eccipienti ad uso non umano o dannosi per la salute o enzimi già ritrovati in analisi recentemente pubblicate.

Il Tribunale, accogliendo il ricorso, ha quindi disposto l’accertamento tecnico richiesto sull’analisi del contenuto dei vaccini a mRNA”. Si procederà dunque all’analisi.

E’ il primo caso assoluto in Italia, anche se ’è un caso simile anche a Trento, promosso da un odontoiatra.