#Giovani che scrivono una lettera d’#amore… ai #giovani.

“Sei tu la persona più importante della tua #vita. E se oggi non ti ama nessuno…”.

Le parole dei ragazzi Rappresentanti d’Istituto del Savoia Benincasa Ancona rivolte in una commovente missiva alle loro colleghe e colleghi nel giorno di #SanValentino.

Il testo è stato letto in diretta questa mattina a Buongiorno èTV.

I giovani quando si parlano raccontano il futuro. Ecco il testo:

Ciao bellissim*,
Indipendentemente dal fatto che oggi ti siano arrivati 100 bigliettini o nessuno, ci tenevo a dirti un paio di cose.
Quando ero più piccolo e molto più stupido ho fatto tantissima fatica. Non tutti provavano piacere ad avere la mia compagnia (anzi forse la maggior parte delle persone) e mi sentivo completamente inadeguato a qualsiasi situazione. Mi sentivo come se avessi tutti gli occhi del mondo puntati addosso, tutti i giorni e tutto il giorno, e anche quando arrivavo a casa la mia sofferenza non finiva. iniziavo, infatti, ad analizzare ogni gesto, ogni passo, ogni sguardo, ogni parola che avevo fatto o detto fino a quel momento e mi martoriavo con la convinzione che nulla di ciò andava bene, che tutti mi avevano giudicato come uno sfigato e che sarei rimasto solo per il resto della mia vita. È stato così per un po’ di tempo e, tra le mie autocritiche e quelle che mi facevano dietro le spalle, sono arrivato al livello di passare una intera estate da solo. A casa. Sul divano o in giardino. Sempre con la maglietta per paura che qualcuno vedesse la mia “panzetta” e mi giudicasse.
Alla fine di quella estate però ho capito che così non poteva continuare, quindi iniziai a lavorare su me stesso: ogni mattina prima di andare a scuola andavo davanti allo specchio e mi ripetevo la frase “io sono la persona più importante della mia vita”. Piano piano questa frase mi è entrata in testa e ho iniziato ad interessarmi meno degli altri e più di me stesso fino al livello in cui il mio personaggio era completamente definito e soprattutto era la riflessione vera della mia personalità.
Da quel momento in poi è stata tutta discesa, le amicizie sono venute da loro e allo stesso modo l’amore (NB la panzetta era ancora li).
Oggi, ormai anni dopo questo capitolo della mia vita, ho capito una cosa che è fondamentale per affrontare nel modo giusto la vita: se si vuole essere amati bisogna prima amare se stessi e se oggi non vi ama nessuno, sicuramente domani qualcuno inizierà a farlo. Il segreto è sorridere ed essere positivi, anche quando tutto sembra cadervi addosso. Il segreto è vivere per voi stessi, prima di pensare agli altri. Nessuno è inadatto bensì siamo tutti perfetti per noi stessi, l’unica persona che conta nella nostra vita.

P.S.: questa è una storia vera. Chi la ha scritta lo ha fatto con il cuore aperto e l’augurio che chiunque si sia sentito inadeguato oggi o qualsiasi altro giorno nella loro vita ne possa trarre un po’ di ispirazione.

Con affetto, i Vostri Rappresentanti di Istituto.

#emozioni#vivaigiovani#lettera#direttaÈTv MarcheMaurizio Socci dà il “Buongiorno èTV”

https://fb.watch/bbhOzhm5Cq/