“Qualcosa non va”. Tamberi secondo a Leverkusen. Tra un mese le Olimpiadi di Tokyo. Forza Gimbo!

Secondo posto e pensieri non troppo positivi per Gianmarco Tamberi. Il campione azzurro del salto in alto si ferma a 2.24 a Leverkusen, in Germania nel True Athletes Classics: per il primatista italiano tre errori a 2,27, e un passo indietro rispetto al 2,33 centrato il 10 giugno al Golden Gala di Firenze.

Gimbo sbaglia il primo salto alla misura di ingresso di 2,16, quindi deve rincorrere al secondo tentativo.
    Non commette errori, invece, alle successive quote di 2,20 e 2,24, superate al primo salto. Con tre centimetri in più cominciano i problemi per l’argento europeo indoor che fallisce il 2,27 e deve lasciare la gara, battuto dal tedesco Jonas Wagner, unico in grado di oltrepassare la misura, prima di tre errori a 2,30.
    “Per la seconda volta nel giro di tre gare ho saltato lontanissimo da quello che pensavo di poter fare (il riferimento è al 2,20 del 6 giugno a Hengelo, ndr). Evidentemente qualcosa non sta funzionando – l’analisi dell’azzurro – e bisogna assolutamente capirlo molto presto perché le Olimpiadi sono tra un mese esatto. Mai avrei voluto trovarmi a saltare queste misure a 30 giorni da Tokyo”. I prossimi appuntamenti di Tamberi verso i Giochi olimpici saranno il 6 luglio in Ungheria, a Szekesfehervar, e il 9 a Montecarlo, sulla pedana del record italiano (2,39 nel 2016) e del successivo infortunio.