La richiesta di soldi per strada accompagnata forse da una stretta al braccio della compagna male accolta dalla donna. Sarebbe stato questo a far scattare il 32enne di origini campane Filippo Claudio Ferlazzo accusato di aver picchiato a morte il 39enne nigeriano Alika Ogorchukwu, in pieno centro a Civitanova. L'uomo si trova ora in carcere con l'accusa di omicidio e rapina ed è in attesa dell'udienza di convalida che si terrà il prossimo lunedì. Il suo legale l'avvocato Roberta Bizzarri che lo ha incontrato questa mattina ha dichiarato che Ferlazzo è scoppiato a piangere in carcere dicendosi dispiaciuto per il suo gesto. Il legale ha anche precisato che il 32enne era sottoposto ad amministratore di sostegno e ha detto di voler richiedere una perizia psichiatrica.