A Civitanova Marche la comunità nigeriana si riunisce sotto il comune per chiedere giustizia dopo l'uccisione in pieno centro di Alika Ogorchukwu, nigeriano, aveva 39 anni per mano di Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo, un operaio di 32 anni, salernitano ma domiciliato a Civitanova Marche, arrestato poi dalla polizia del Commissariato di Civitanova per omicidio volontario e rapina perché dopo l'aggressione avrebbe rubato il cellulare della vittima. Alika è stato picchiato fino alla morte nell'indifferenza dei passanti: stando alla testimonianza della fidanzata dell'omicida l'aggressione sarebbe scaturita dopo la richiesta di qualche spicciolo da parte di Alika, disabile a causa di un incidente stradale. E' stato picchiato con la stessa stampella che utilizzava per camminare.