Buone notizie sul fronte caldo. Le giornate da bollino rosso proseguono ancora fino a metà della prossima settimana, Ancona lo sarà fino al 2 luglio, ma le temperature sono in diminuzione e si inizia finalmente a respirare.

Se l'emergenza caldo si attenua, l'allarme siccità invece resta e la situazione diventa sempre più preoccupante. E così arriva la direttiva della regione ai comuni per emettere ordinanze anti siccità e anti spreco, vietando l'uso dell'acqua per attività non essenziali come lavaggio auto, irrigazione di prati e giardini o riempimento di piscine private. Se questo non basterà si arriverà alla razionalizzazione vera e propria.