Oggi, lunedì 29 aprile, presso la sala Castiglioni della biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata, è stata presentata la nuova iniziativa promossa dalla CNA Macerata, in collaborazione con Form.Art. Marche e Polo 9, e finanziata dal Ministero delle Pari Opportunità, con il patrocinio del Comune di Macerata. Il progetto "Casalingh? 4.0" è stato accolto con entusiasmo dalle istituzioni e dai partner coinvolti, come sottolineato dagli intervenuti nella conferenza stampa.

"Questa iniziativa è davvero lodevole", ha affermato Francesca D'Alessandro, vice sindaco e assessore con delega alle politiche sociali del Comune di Macerata. "Il Comune di Macerata ha fornito convintamente il suo patrocinio e darà un aiuto concreto alla divulgazione di questo progetto. L'alfabetizzazione digitale è oggi essenziale, perché molti servizi per i cittadini sono erogati online e ci si può accedere solo conoscendo le funzioni basilari. Non possiamo permettere a nessuno di restare escluso." "Acquisire competenze digitali è fondamentale per accedere a servizi essenziali", ha ribadito Roberto Ruggeri, direttore generale di Form.Art. Marche. "Il nostro ente formativo è stato abile nell'intercettare questi fondi del Ministero per le Pari Opportunità con una propria proposta formativa." "Lo scopo del nostro progetto formativo è di permettere all'utente di accedere a qualsiasi piattaforma", ha spiegato Elisabetta Capuano, coordinatrice del progetto per Form.Art. Marche.

"Oggi anche in campo sanitario è indispensabile avere conoscenze digitali per prenotare visite e analisi o per scaricare i referti. Il corso è totalmente gratuito e possono partecipare disoccupati, fragili, immigrati, coloro che hanno contratti limitati nel tempo, i liberi professionisti, tutte le persone che al momento dell'iscrizione non hanno una posizione assicurativa INAIL aperta. Noi possiamo comunque aiutare chi ha necessità anche nell'accesso a questa assicurazione." "Grazie al finanziamento del Ministero delle Pari Opportunità, avremo modo di formare gratuitamente 300 utenti", ha annunciato Cinzia Colantuoni, leader del team formazione e cultura aziendale di Polo 9.

"Costituiremo classi omogenee per livello di conoscenza, valutata con un test di ingresso. Prevista anche la realizzazione di una community post progetto per stimolare l'auto aiuto e per creare una rete di sostegno." "La nostra Associazione attraverso il proprio Patronato da tempo aiuta i cittadini ad attivare alcuni servizi digitali perché l'esigenza è reale e ancora diffusa", ha sottolineato Massimiliano Moriconi, direttore della CNA Macerata. "I nostri sportelli sul territorio sono a disposizione per fornire tutte le informazioni e aiutare gli utenti." "Siamo partner di questo progetto importantissimo per le casalinghe", ha confermato Elisa Cingolani, presidente di MOICA Marche. "Il nostro movimento oggi si chiama 'Donne attive in famiglia e società', faremo la nostra parte nella divulgazione dell'iniziativa." Il progetto "Casalinghe 4.0" si propone di superare il divario digitale, offrendo corsi di alfabetizzazione digitale destinati a disoccupati e altre categorie di cittadini. I corsi, della durata di 30 ore, si svolgeranno una volta alla settimana con orario 9:00-12:00.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito dedicato www.diventaredigitali.it. Soggetti promotori del progetto sono Form.Art. Marche, ente formativo della CNA, e l'impresa sociale Polo 9. Soggetto finanziatore è il Ministero delle Pari Opportunità. Partner è Moica, ex movimento italiano casalinghe, oggi 'Donne attive in famiglia e società'. Il Comune di Macerata ha patrocinato l'iniziativa.