Cominciano a uscire ufficialmente allo scoperto i sostituti dei tre assessori regionali uscenti nella giunta Acquaroli ormai in partenza per Roma. Ufficiosamente giravano già da un po' ma il capogruppo di Fratelli d'Italia Carlo Ciccioli ormai non ne fa più un mistero ed esce allo scoperto annunciando che con ampia probabilità sostituirà il collega di partito, l'assessore Guido Castelli di cui assumerà anche le stesse deleghe seppur con qualche cambiamento.

Resta invece fuori la delega alla ricostruzione post sisma, che rumors dicono prenderà su di sé direttamente il presidente Francesco Acquaroli. Nonostante l'exploit di Fratelli d'Italia alle politiche altra certezza è che il rimpasto di Giunta manterrà gli equilibri già esistenti e quindi sempre stando alle voci i due assessori eletti uscenti in quota Lega Mirco Carloni e Giorgia Latini saranno sostituiti rispettivamente dal consigliere del Carroccio Andrea Antonini e Daniela Tisi, già dirigente regionale alle Attività culturali e sempre in quota Carroccio. Anche qui però dovrebbero esserci alcuni aggiustamenti . Antonini erediterà tutte le deleghe di Carloni, tra cui Sviluppo economico e Agricoltura, escluse la Caccia e la Pesca che andranno all’assessore Stefano Aguzzi. Daniela Tisi invece, unica quota rosa, erediterà oltre alla Cultura, anche Istruzione e Pari opportunità.

Un rimpasto che porterà con sè una rappresentazione più eterogenea del territorio rispetto alla Giunta precedente dove il pesarese era rappresentato da tre assessori, mentre ora ci saranno anche rappresentanti dell'anconetano e del fermano. La nuova Giunta dovrebbe essere in carica già da lunedì, ma oltre ai nuovi ruoli in regione la partita ancora aperta e tutta da giocare per gli eletti marchigiani è a Roma e i rappresentanti di Fratelli d'Italia, forti del Modello Marche più volte richiamato in campagna elettorale dalla leader Giorgia Meloni puntano ad affermarsi anche nel Governo.