Dai vandali in via Scosciacavalli ad Ancona che ogni notte bevono, fumano e tirano mattoni staccandoli dai muretti, all’agguato di domenica 18 luglio in piazza del Plebiscito quando 4 ragazzi tra i 18 e i 19anni hanno aggredito un 50enne reo di averli ripresi per aver usato una bici non loro. Tutti poi denunciati per lesioni e danneggiamento. Ai quattro turisti aggrediti fuori da una discoteca a Senigallia. Sono solo gli ultimi episodi di un’estate che vede la provincia anconetana puntellata da risse e vandalismo. Protagonisti di questi fatti sono tutti giovanissimi, alcuni anche minorenni che si muovono in gruppo. Un fenomeno che non è nuovo sul territorio, ma il lockdown ha aumento il disagio giovanile.