La sala del consiglio comunale di Visso, sabato 24 febbraio è stata gremita di pubblico per l’evento “Diplomatiche, organizzatrici, mecenati: storie del passato per donne protagoniste del presenteIncontri itineranti con racconti drammatizzati, musica e testimonianze per riflettere sulla parità di genere”.  Promosso dall’Uteam, Università della terza età dell’Alto Maceratese, con il patrocinio e contributo della Commissione per le Pari Opportunità tra Uomo e Donna della Regione Marche, l’evento ha affrontato il tema della parità di genere sotto diversi aspetti e con diversi ospiti. La professoressa Maria Pierandrei dell’Uteam ha portato il pubblico a conoscere la storia di tre donne, Elisabetta III Malatesta, Giovanna Malatesta e Caterino Cibo, donne colte e straordinarie diplomatiche al Governo nella Marca Camerte tra XIV e XVI secolo, governanti che hanno saputo incidere nella storia, cercando di favorire il dialogo alle armi. Gli intermezzi musicali a tema medioevale, sono stati curati da “Verba et Soni” con la voce di Stefano Savi e la musica di Roberto Gatta e con le letture di Alberta Ricottini. La seconda parte dell’evento ha visto la regista Gabriela Eleonori protagonista di una lettura dei primi novecento, un vero incitamento contro il femminismo che si cominciava a respirare in quegli anni anche nel nostro Paese.  La Prof.ssa Ines Corti, docente Unimc, condirettrice corso formazione “Genere, Politica, Istituzioni”, ha messo in evidenza quanto sia importante incidere sulla cultura, perché purtroppo la discriminazione di genere non accenna a diminuire, anzi.  La Corsi ha ricordato quanto la nostra sia una Costituzione all’avanguardia, ed ha esortato donne e uomini a conoscere più approfonditamente il nostro dettato costituzionale che è ricco di valori e di principi di uguaglianza e di parità. In chiusura spazio alle volontarie del Gruppo Uniamoci del Centro Sociale Meno Giovani "Bernardo Serfaustini" di Visso, donne che dopo il sisma si sono messe insieme per superare la solitudine e la mancanza di poter vivere il proprio paese. Con filati donati da diversi soggetti, hanno creato coperte e piccoli manufatti destinati alla beneficenza, per dare un piccolo sollievo a chi si è trovato ad affrontare le difficoltà della vita. Soddisfatti per l’esito dell’incontro il Sindaco di Visso Gianluigi Spiganti Maurizi, Paola Gerini, membro della Commissione per le Pari Opportunità tra Uomo e Donna della Regione Marche e la direttrice dell’Uteam Anna Vissani, che ha anche potuto rivedere alcune persone che hanno frequentato i corsi che l’Uteam ha svolto nell’Altonera prima dei terremoti. Questi incontri, se da un lato mirano a tracciare la strada ancora lunga da fare per realizzare la parità di genere, dall’altro rappresentano occasioni importanti di socializzazione per paesi interessati dalla ricostruzione post terremoto. A moderare gli interventi la giornalista Barbara Olmai. Prossimo appuntamento sabato 2 marzo a Castelraimondo alle ore 17,30 nella sala Uteam in via Settempedana 28 con altri ospiti che testimonieranno l’importanza di affrontare tematiche che interessano e coinvolgono l’intera società civile. Il format si ripeterà nel racconto storico ma vedrà anche altri protagonisti: la flautista Claudia Piccinini, l’associazione Con “tatto” che si occupa di fornire sostegno alle donne alle prese con importanti patologie e la psicologa psicoterapeuta Francesca Pigliapoco del Cav, Centro Antiviolenza Macerata.Gli eventi, patrocinati anche dai comuni ospitanti, sono ad ingresso gratuito. Per informazioni si può telefonare al numero 0733634235, oppure scrivere a uteam3mc@gmail.com. Su facebook: Università della Terza Età dell’Alto Maceratese.