Gli effetti dei rincari delle materie prime e dell'energia che pesano sul settore produttivo marchigiano e fanno scattare più di qualche campanello d'allarme in particolare nel comparto dell'elettrodomestico già zoppicante nella regione. Lo sguardo dunque scatta verso quelle realtà critiche o delicate nell'hinterland fabrianese, a esempio Elica dove potrebbe esserci il rischio fermo produttivo per alcune linee tra fine aprile e tutto il mese di maggio. In questo caso si ricorrerà alla cassa integrazione ordinaria, che sarà utilizzata ad intere giornate, a causa delle difficoltà nel reperimento delle materie prime e della componentistica per la difficile situazione geopolitica.