Procedere con il controllo del green pass a campione e non su tutti i clienti che entrano in tabaccheria. È la richiesta che i vertici della fit, la federazione italiana tabaccai, ha fatto al sottosegretario alla salute Andrea Costa nel corso dell'incontro avuto martedì pomeriggio. Una riunione che si è chiusa con uno spiraglio su un possibile cambio di rotta rispetto a quanto previsto dal dcpm dello scorso 21 gennaio, che appunto rende obbligatoria la certificazione verde anche per entrare nelle tabaccherie.