Una maxi frode da quasi due miliardi di euro condotta da 140 società fantasma è quella portata alla luce dalla Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione con la tenenza di Senigallia.