Dopo l'argento nell'individuale, per l'ancontenano Tommaso Marini ai mondiali di shcerma in corso al Cairo, arriva anche uno staordinario oro nelle finale a squadre.

Un successo arrivato battendo in finale gli Stati Uniti per 45 a 40 e dopo il trionfo delle donne, anche gli uomini azzurri sono riusciti a salire sul gradino più alto del podio, regalando il secondo oro alla spedizione italiana in egitto e portanto il totale delle medaglie a otto, due ori appunto, quattro argenti e due bronzi.

Nato ad Ancona nel 2000 Tommaso è diplomato in scienze umane e studia scienze sociali per la cooperazione all’Università di Camerino, da piccolo si è cimentato in vari sport poi per caso si avvicinato alla scherma ed è stato amore a prima vista. Ora vive a Jesi e milita nel gruppo sportivo delle fiamme oro. Dopo molteplici successi negli anni scorsi nei campionati giovanili, ora la sua stoffa ha impressionato anche a questi mondiali. A soli 22 anni un argento individuale, che qualche accortezza in più poteva benissimo essere un oro, e poi l'oro a squadre. E questo, ne siamo sicuri, è solo l'inizio.