Ferro e acciaio sono diventati introvabili e registrano un aumento del costo che sfiora l’80%, mentre ad esempio il prezzo del legno, in un anno, è aumentato del 73%. Dalla sbornia del bonus 110 al lavoro nel cosiddetto cantiere più grande d’Europa, ovvero l’area del sisma del sisma al momento più drammatico dell’edilizia. Se nel 2021 c’è stato un aumento della produzione superiore al 32% per le più di 19 imprese artigiane nel settore, ora si rischia il blocco totale, denunciano i settori delle costruzioni di Confartigianato e Cna. 

Per chi attende la casa, danneggiata nel terremoto di ormai 6 anni fa la situazione diventa ancora più pesante perché per le ditte ci sono scadenze e conclusione dei lavori da rispettare, altrimenti i proprietari rischiano anche di perdere il contributo economico, ovvero il Cas, per gli affitti.