Paura, preoccupazione, allarme per l'alta colonna di fumo nero dalla raffineria Api. “Non si può continuare a vivere così, ammorbati da esalazioni ogni volta che i venti provengono dai quadranti settentrionali, in ansia per l’insicurezza degli impianti o per la paura che prima o poi i nostri cari possano essere colpiti da patrologie gravi”. La nuova denuncia che arriva da L'Ondaverde Onlus e Comitati Mal'Aria.